La ripresa delle attività istituzionali ci pone di fronte a molti nodi. “Non siamo qui per galleggiare, ma per dare una svolta” ha detto Letta a Cernobbio, in un intervento intenso che ho apprezzato molto. Stabilità e capacità di cambiare, di lasciare il segno: questo il compito per cui lavorare, governo e parlamento insieme. Questa la responsabilità che abbiamo.

Per rilanciare il lavoro, sulla scia di quanto si è iniziato a fare e cogliendo il buon segnale del Patto tra Confindustria e sindacati. Per condividere le scelte di politica industriale, a livello italiano ed europeo. Per far ritrovare all’Italia protagonismo in Europa e prepararci al semestre di presidenza italiana del 2014, che potrà e dovrà essere occasione decisiva sia per il nostro Paese che per il processo di rafforzamento dell’integrazione comunitaria.

Queste sono le priorità per me decisive per tornare a crescere. Cose concrete, per dare respiro e coraggio a lavoratori, famiglie e imprese.

Ci sono poi, e sono in agenda anche del Parlamento, quei cambiamenti più profondi per i quali servono misure incisive, legislative e culturali: la lotta contro la violenza sulle donne, per l’uguaglianza e contro discriminazioni e stereotipi. Durante il mese di settembre si dovrà lavorare sodo, alla Camera prima e al Senato poi, per l’approvazione del ddl contro il femminicidio. E continueremo ad occuparci di informazione, linguaggi, formazione.

E di classe dirigente. “In questa sala siamo tutti uomini e questo è insopportabile” ha detto Letta al Forum Ambrosetti: è necessario rendere la nostra democrazia più paritaria, nelle Istituzioni, nelle organizzazioni di rappresentanza, nel privato.

Nei prossimi giorni, in attesa anche della relazione degli ispettori ONU, si dovrà decidere come intervenire in Siria. Dopo la giornata di appello e digiuno promossa da Papa Francesco credo siamo tutti ancora più convinti che si debba fare di tutto, sul piano politico, diplomatico ed economico, per scongiurare un intervento militare che rischia solo di inasprire la situazione. Anche in questo serve più Europa, un’Europa più forte.

La ripresa, per tornare alle vicende italiane, ci avvicina anche al congresso del PD: all’assemblea del 20 e 21 settembre vanno decise regole e tempi, poi si passi a discutere idee e proposte. Smettendo di parlare di noi e iniziando a parlare dell’Italia. Le ragioni per cui è nato il governo sono ancora lì e il PD, forte anche dei numeri parlamentari, deve saper essere, più di quanto non è stato finora, la vera guida dell’azione di governo.

Grazie.

 

Da questo invio la newsletter diventa settimanale.

Più in basso trovate, e troverete ogni settimana, il racconto delle cose accadute in Aula e nell’azione di Governo, le cose che ho seguito direttamente, le prossime scadenze, i miei impegni fuori dal Senato e in Toscana.

 

 

in Senato

Nelle seduta del 4 e del 5 settembre sono stati approvati due mozioni.

1. Mozione sui rischi da dissesto idrogeologico, che impegna il Governo a prevedere nell’ambito della legge di stabilità risorse aggiuntive da destinare alla prevenzione e alla manutenzione del territorio e alla difesa del suolo.

2. Mozione sulla Diffusione del gioco d’azzardo, che impegna il Governo a rendere più incisiva l’azione di contrasto al gioco d’azzardo patologico, di aggiornare i livelli essenziali di prevenzione, cura e riabilitazione, e di garantire una maggiore tutela dei minori.

Una delegazione del Senato ha partecipato alla terza Conferenza per il controllo parlamentare sulla politica estera e di difesa comune dell’UE, a Vilnius, dove si è stabilito che nel corso della presidenza di turno dell’Italia nel secondo semestre 2014 si concluda la revisione del regolamento della Conferenza, che riguarda gli equilibri tra Parlamento europeo e Parlamenti nazionali nei contesti di crisi regionali o conflitti.

Il Senato ha accolto i nuovi Senatori a vita: Elena Cattaneo, Claudio Abbado, Renzo Piano e Carlo Rubbia. Benvenuti e buon lavoro!

 

in Commissione

Giovedì 5 settembre nelle Commissioni riunite 3a (Esteri) e 14a (Politiche dell’Unione europea) c’è stata l’audizione del Ministro Moavero, con una importante relazione sul semestre italiano di Presidenza dell’Unione europea, che dobbiamo cogliere come decisiva occasione di rilancio del protagonismo dell’Italia per rafforzare l’integrazione europea.

 

ho firmato

Con l’interrogazione presentata dalla Sen. Ghedini abbiamo chiesto ai Ministri della salute, dello sviluppo e per gli affari regionali come intendono procedere per assegnare le sedi farmaceutiche previste dalla legge del marzo 2012 (che prevedeva scadenza, non rispettata, del 24 marzo 2013).

 

temi della settimana 

GOVERNO – Il consiglio dei Ministri di ieri ha approvato il decreto l’istruzione riparte, presentato dalla Ministra Carrozza, con molte misure per la scuola e il principio che condivido molto di collegare di più formazione e lavoro. Nel precedente CdM era stato varato il decreto legge su IMU (con annullamento della rata 2013 e sostituzione dal 2014 con la Service tax), abitazioni (con nuovo piano casa per le famiglie disagiate), rifinanziamento della cassa integrazione guadagni e interventi per gli esodati.

LAVORO E INDUSTRIA – Il patto firmato a Genova da Confindustria e Sindacati, con richieste precise in materia di fisco, politica industriale, efficienza della spesa pubblica, sancisce la convergenza tra parti sociali avviata con l’accordo sulla rappresentanza del maggio scorso. È un atto di responsabile cooperazione cui Governo e Parlamento devono fornire risposte incisive, in linea con le decisioni già prese nei mesi scorsi.

INTERNAZIONALE – Al G20 di San Pietroburgo l’Italia non è più “sorvegliato speciale” e non si parla di salvataggi, ma di crescita. Risultati positivi di responsabilità e stabilità.

MADE IN ITALY – Brunello Cucinelli annuncia due nuovi progetti: il lancio dell’abito da uomo su misura e la creazione di una scuola dei mestieri a Solomeo, che aprirà ad ottobre ed ospiterà una ventina di ragazzi.

 

in Toscana

Buone notizie per l’area Eaton di Massa: dopo la firma dell’accordo dello scorso 24 luglio,  entro metà ottobre sarà pronto il piano di fattibilità per la reindustrializzazione dell’area, che permetterà a investitori di acquistare, favorendo così la riassunzione dei 300 lavoratori disoccupati dal 2008, ai quali il 31 dicembre scadono gli ammortizzatori sociali.

Domenica c’è stata la manifestazione contro la decisione presa dall’Agenzia nazionale per i beni confiscati alla criminalità organizzata di mettere all’asta l’azienda agricola di Suvignano. Credo sia un errore, le aziende sottratte alle mafie devono divenire risorse in grado di sostenere il Paese. Il Presidente Rossi ha per questo incontrato il viceministro Bubbico, e spero che la decisione sia revocata.

 

dove sono stata 

Ho rappresentato il Senato alla celebrazione dell’8 settembre a Roma.

Ho partecipato alla celebrazione della Liberazione di Sesto Fiorentino.

Sono stata alla festa democratica di Genova, intervistata da Maria Luisa Busi insieme alla Presidente Boldrini, per discutere di Istituzioni e crisi della politica.

E alla festa democratica di Modena per parlare di maternità e paternità.

E ancora a Certaldo, a Piombino, a Firenze.

 

la prossima settimana

La Giunta delle elezioni del Senato e delle immunità è convocata per lunedì 9 settembre, alle ore 15.

L’Aula si riunisce poi nella seduta pomeridiana di martedì 10 settembre per l’esame dei disegni di legge di rendiconto e assestamento del bilancio dello Stato.

Nelle commissioni riunite Affari Costituzionali e Giustizia della Camera continua i dibattito, iniziato il 6 settembre, del ddl sul Femminicidio. Dal 20 settembre va in aula alla Camera. Poi in Senato, per la conversione definitiva che deve arrivare entro il 16 ottobre.