• News

Il ribaltamento di un barcone con 500 persone a bordo non lontano dalla costa dell’Isola del Coniglio è una vicenda tragica e dolorosa che invita a riflettere. Si tratta di un’emergenza umanitaria che va affrontata impegnandosi insieme all’Unione Europea con azioni concrete e tempestive. L’Italia deve rivedere la sua legislazione in materia basata su una politica dei respingimenti profondamente iniqua per far sì che il Mediterraneo non si trasformi, come purtroppo sta avvenendo in questi ultimi anni, in luogo di morte e sofferenza.

Il Consiglio dei Ministri ha proclamato il lutto nazionale per domani 4 ottobre.

Aggiungo infine che trovo vergognose le dichiarazioni sulla tragedia del naufragio di alcuni esponenti leghisti contro la ministra Ce’cile Kyenge e la presidente della Camera Laura Boldrini, cui va tutta la mia solidarietà. Accuse incredibili che giungono peraltro in un momento in cui, di fronte al dolore, sarebbe doveroso mantenere il silenzio invece di creare una polemica politica inutile e volgare.