Sabato scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato la legge di bilancio 2017, che Renzi e il ministro Padoan hanno poi presentato ( qui le slide, qui la conferenza stampa).

Le misure riguardano:

  • le pensioni, con 7 miliardi nel prossimo triennio per i pensionamenti anticipati e l’estensione della quattordicesima a chi prende assegni più bassi
  • un aumento di 2 miliardi dei fondi per la sanità, per un totale di 113 miliardi, per il nuovo piano vaccini, farmaci oncologici innovativi e la stabilizzazione e l’assunzione di medici e infermieri
  • l’abolizione di Equitalia, con il passaggio delle funzioni all’Agenzia delle entrate, una nuova modalità di riscossione che elimina le more eccessive e la possibilità di saldare il pregresso al netto degli interessi accumulati (operazione con cui si stima arriveranno 4 miliardi di euro)
  • i fondi per Industria 4.0, con 20 miliardi di investimenti previsti, e il credito per le piccole e medie imprese, con fondi di garanzia che coprono fino a 25 miliardi
  • abbassamento delle tasse (Irpef abolita e Iri e Irap ridotte) per le imprese agricole
  • 50 milioni per il fondo di non autosufficienza e 500 milioni per misure contro la povertà
  • 4,5 miliardi per interventi per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto
  • 10 miliardi per infrastrutture e 3 miliardi per bonus per le ristrutturazioni di edifici pubblici e privati, oltre a 7 miliardi per i prossimi 7 anni per interventi contro il dissesto idrogeologico
  • 2,1 miliardi per le periferie
  • 1 miliardo in più per la scuola e l’università
  • 60 milioni per le pari opportunità: per sostenere il piano contro la violenza di genere e per incentivare l’impresa femminile
  • 1,9 miliardi per il rinnovo dei contratti e per nuove assunzioni per forze armate e corpi di polizia.

La manovra conferma le previsioni di PIL, con una crescita stimata all’1%, e del deficit, al 2,3% del PIL (il dato più basso degli ultimi 10 anni), con lo 0,3% in più stanziato per l’emergenza migranti e la ricostruzione dopo il terremoto del centro Italia.

C’è inoltre una stima della crescita degli occupati in atto, con un aumento di poco meno di 600mila unità da febbraio 2014.

Una legge, insomma, che continua sulla strada del cantiere sociale e dell’equità e che insieme torna a sostenere chi investe.

Le difficoltà sono ancora tante, ma l’Italia ha ripreso a muoversi, con scelte strategiche che pensano al futuro, oltre che a rendere il presente più facile per tante e tanti. Senza subire più passivamente i diktat europei e mettendo finalmente le persone al centro delle politiche economiche.


Più in basso trovate, e troverete ogni settimana, il racconto delle cose accadute in Aula e nell’azione di Governo, le cose che ho seguito direttamente, le prossime scadenze, i miei impegni fuori dal Senato.

Qui trovate il calendario con i miei prossimi appuntamenti.


in Senato

Matrimoni precoci e forzati. Approvata all’unanimità la mozione bipartisan contro i matrimoni precoci e forzati: una forma di violenza sessuale che riguarda milioni di bambine e ragazze che vengono costrette, private della libertà di scelta e che vengono sottratte al loro naturale percorso di crescita. Qui il mio intervento in Aula.

Raccordo Stato-autonomie territoriali. La Commissione parlamentare per le questioni regionali, ha approvato il documento conclusivo dell’indagine conoscitiva “sulle forme di raccordo tra lo Stato e le autonomie territoriali.


dalla Camera

Consiglio Europeo. Mercoledì è intervenuto in aula il Presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi, in merito al Consiglio europeo del 20 e 21 ottobre 2016.

Pari opportunità. Si è svolta l’audizione della Ministra per le Riforme costituzionali e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, sulle linee programmatiche relative alle deleghe in materia di pari opportunità e di adozioni internazionali.


dal Governo

Consiglio dei Ministri. È stato approvato del disegno di legge di bilancio dello Stato per l’anno finanziario 2017 e per il triennio 2017-2019. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il ministro Pier Carlo Padoan,hanno illustrato in conferenza stampa il disegno di legge di bilancio dello Stato.


dal Partito Democratico

14 ottobre. Buon compleanno Pd, hai ancora tante sfide davanti a te. Qui il mio intervento su L’Unità.

Terremoto. I gruppi parlamentari di Camera Senato ed Europarlamento del Partito Democraticohanno raccolto 338.500 euro a favore delle popolazioni terremotate che saranno consegnati al commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani. Lo hanno comunicato i capigruppo Ettore Rosato, Luigi Zanda e Patrizia Toia in una lettera inviata ad Errani.


in evidenza – rassegna

Sono intervenuta alla Presentazione del libro “Manifesto per la sinistra e l’umanesimo sociale” di Simone Oggionni a Treviglio.

Sono intervenuta all’Evento UNICEF in occasione della Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze sul tema dei matrimoni precoci e sul Programma “Bambine, non spose”.

Ho partecipato all’iniziativa sul Referendum ‘Basta un Sì’ a Rosignano Solvay.

Ho partecipato all’iniziativa ‘Parliamo insieme di Costituzione’ ad Aosta, organizzata dal ‘Comitato donne valdostane per il Sì’. Qui il video dell’iniziativa.

Ho partecipato all’iniziativa ‘Parliamo insieme di Costituzione’ ad Aosta, organizzata dal ‘Comitato donne valdostane per il Sì’. Qui il video dell’iniziativa.

Sono intervenuta alla presentazione del video ‘La bella politica: le conquiste delle donne che hanno cambiato l’Italia’, organizzato dalla Fondazione Nilde Iotti.

Ho partecipato all’iniziativa sul Referendum ‘Basta un sì’ organizzata a Nuoro.


la prossima settimana

Questo il calendario dei lavori del Senato.