29ottobre-piazzadelpopolo-webcard1

Sabato prossimo a Roma ci sarà la manifestazione del Partito democratico per dire SÌ a un’Italia più forte e a un’Europa più giusta.

Sarà una grande occasione di mobilitazione e partecipazione, per far sentire la voce del popolo del PD in una fase decisiva per il futuro, in un momento in cui occorre dare forza alle posizioni dell’Italia in Europa, per cambiare le scelte comunitarie e puntare su accoglienza e crescita, e quando manca poco più di un mese al referendum per confermare la riforma costituzionale.

Da qualche mese molti degli incontri che faccio in giro per l’Italia – da Arezzo ad Aosta, da Gorizia a Nuoro, da Rosignano Solvay a Vicenza, da Casole Elsa a Cesena, da Milano a Bolzano, da Carrara a Londra – sono dedicati proprio al referendum e alla discussione sul futuro del Paese. Tra militanti, sostenitori, semplici cittadine e cittadini, ho ascoltato e visto una grande voglia di dialogo, di confronto, di partecipazione. Ho incontrato la passione e il coraggio di chi vuole cambiare, i dubbi di chi cerca maggiori informazioni, l’apertura di un popolo che sente che il momento è importante e che non vuole far mancare il proprio contributo.

È proprio il momento, quindi, di tornare a ribadire che “la piazza è del Popolo”, come dice lo slogan che accompagna la manifestazione.

Perché senza il suo popolo il Partito Democratico non esiste, non ha forza, non può esercitare quella funzione di guida che serve al Paese.

La forza del PD è la forza delle donne e degli uomini che lo fanno vivere, che credono nei valori comuni, che cercano strade sempre attuali per realizzarli. Donne e uomini con storie diverse, di età diverse, da territori e realtà sociali diverse, con ragioni diverse, ma pronti a ritrovarsi insieme, in un’unità di intenti e di azioni che valorizza il contributo di ciascuna e ciascuno.

Siamo l’unico partito davvero democratico e aperto alla partecipazione e alla decisione collettiva: questa che è la nostra forza deve diventare anche la forza del Paese.

Ci vediamo allora sabato a Roma. È il momento di mobilitarsi tutte e tutti, di attivare i circoli, di aprire comitati per il referendum, di dimostrare che siamo noi – siete tutte e tutti voi – quelli che hanno le capacità e le energie per migliorare l’Italia.


Più in basso trovate, e troverete ogni settimana, il racconto delle cose accadute in Aula e nell’azione di Governo, le cose che ho seguito direttamente, le prossime scadenze, i miei impegni fuori dal Senato.

Qui trovate il calendario con i miei prossimi appuntamenti.


in Senato

Festival Verdi. L’Assemblea ha approvato il ddl n. 1375, sulla valorizzazione del Festival Verdi di Parma e Busseto. Il testo ora passa alla Camera.

Efficienza degli uffici giudiziari e giustizia amministrativa. È stato approvato in via definitiva il ddl di conversione del decreto-legge n. 168, sull’efficienza degli uffici giudiziari ( A.S. 2550).

Decreto-legge interventi urgenti sisma 24 agosto. Questa settimana inizia l’esame in Commissione Bilancio dell’Atto Senato n. 2567 di conversione in legge del decreto-legge 17 ottobre, n. 189, perinterventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma il 24 agosto.

Diari di Pietro Nenni. La famiglia Nenni ha donato all’Archivio storico del Senato i diari completi di Pietro Nenni. Martedì 18 ottobre è stata inaugurata a Palazzo della Minerva, con un mio indirizzo di saluto, la mostra “Pietro Nenni padre della Repubblica”( video). Nel pomeriggio, in rappresentanza del Senato, ho ricevuto i diari ( video).


dalla Camera

Caporalato. È stata approvata la legge ( A.C. 4008), contro il Caporalato e altre forme di sfruttamento in agricoltura.Il voto alla Camera, che segue quello in Senato ad Agosto, è un grande passo in avanti per l’Italia. Qui il mio commento.

Videosorveglianza asili, scuole d’infanzia e strutture per anziani e disabili. Il ddl è stato approvato dalla Camera e prevede l’installazione di telecamere a circuito chiuso per contrastare gli abusi sulle persone più indifese. Ora il testo passa in Senato.


temi della settimana

35 milioni di bambine vivono in paesi con forti livelli di diseguaglianza. I dati di UNFPA presentati in Italia con AIDOS (Associazione italiana donne per lo sviluppo) non possono lasciarci indifferenti. Impegniamoci tutti perché il futuro sia un diritto. Qui il mio commento.

La manifestazione a Reggio Calabria contro la violenza di genere dia coraggio a tutte le donne.Condivido la lettera che ho inviato a Mario Oliverio

In una lettera a Repubblica sono intervenuta sull’inchiesta su donne e sport sottolineando che proporremo che nella legge di bilancio sia inserita una norma per estendere alle sportive la tutela della maternità.

Si è svolta alla Casa Bianca a Washington una cena di stato per il primo ministro italiano Matteo Renzi, accompagnati da una delegazione di importanti personaggi italiani. Barak Obama ha tenuto, come da tradizione, un discorso. È un onore che l’ultima visita di stato di Barack Obama sia stata dedicata all’Italia.

Il 20 e 21 ottobre si è svolto il Consiglio europeo su immigrazione, commercio ed altre questioni economiche. Qui la conferenza stampa del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.


in evidenza – rassegna

Ho incontrato Nihad Omar Maetig, una donna libica impegnata nel complesso percorso di riconciliazione nazionale, attivista indipendente che rappresenta le donne nel dialogo politico.

Ho partecipato alla presentazione della mostra “Maria Mater Misericordiae” alla sede ANCI.

Ho partecipato alla presentazione del docu-film “Wall of dolls – il muro delle bambole contro il femminicidio”. Il docu-film, che parte da un progetto promosso da Jo Squillo nel 2014 a Milano,stato presentato alla Festa del Cinema di Roma.

Ho partecipato alla proiezione del docu-film di Mimmo Calopresti “La fabbrica fantasma. Indagine sulle mafie e la contraffazione”.

Ho partecipato all’inaugurazione della mostra “Le 21 Madri della Costituzione nel 70^ del primo voto alle donne” a Rovigo.

Con gli studenti del liceo Paleocapa di Rovigo ho parlato del lungo cammino delle donne verso la parità: dalla Costituente ad oggi.

Sono intervenuta all’iniziativa “La politica che tutela le donne” a Ronchi dei Legionari.

Sono intervenuta al Convegno “Donne protagoniste: oggi come ieri Sì vota!” a Gorizia.

Ho partecipato all’iniziativa “Referendum Costituzionale. Le ragioni di una riforma per capire meglio e votare consapevolmente” a San Giorgio di Nogaro.

Ho partecipato a “Sì! Un viaggio nella moda italiana. Abiti da sposa dal 1946 ad oggi” che non è soltanto una sfilata ma un bellissimo progetto di solidarietà.


la prossima settimana

Questo il calendario dei lavori del Senato.