Apprendo con grande gioia la notizia che il docu-film “Wall of Dolls – il muro delle bambole contro il femminicidio”, diretto da Jo Squillo, sarà proiettato il prossimo 16 aprile al Los Angeles International Culture Film Festival.

Si tratta di un lavoro davvero importante nato a giugno 2014 quando istituzioni, associazioni, esponenti del mondo della cultura, dello spettacolo, della moda, semplici cittadine e cittadini si sono dati appuntamento in via De Amicis 2 a Milano per dare vita a un’installazione permanente unica al mondo, simbolo di una battaglia fondamentale: la lotta al femminicidio.

Oggi quel progetto è diventato un documentario e sono davvero felice di averne preso parte.

La violenza sulle donne è considerata ancora troppo spesso come una questione privata, invece riguarda tutte e tutti.

Coltiviamo la libertà, educhiamo al rispetto delle differenze, abbattiamo stereotipi e pregiudizi. Facciamolo a partire dalle giovani generazioni, perché il futuro è nelle loro mani.

Grazie a Jo Squillo per il suo impegno, grazie a tutte le donne e uomini che ogni giorno, in contesti differenti, lottano e si impegnano contro la violenza sulle donne.