• News

Con la scomparsa di Lina Fibbi ci saluta una donna che per tante e tanti è stata maestra di vita e di politica.

Donna della resistenza, deputata, operaia e sindacalista, per tanti anni segretaria dei tessili della Cgil, Lina è sempre stata forte, coraggiosa, determinata, libera.

Quando sono diventata segretaria della Filtea, il suo esempio – come quello di Teresa Noce o di Nella Marcellino, che come lei prima di me avevano ricoperto quel ruolo – mi ha ispirato e guidato.

Lina è stata protagonista di battaglie per il diritto al lavoro delle donne, per la tutela della maternità, per la tutela dell’infanzia, per la parità salariale.

È stata una politica e una sindacalista riformista e concreta, come oggi ce ne sono poche.

Il mio abbraccio affettuoso va alla figlia Gianna.

Ciao Lina. Grazie Lina.