Parto da Pontedera, dalla parte delle lavoratrici e dei lavoratori
Pontedera ministro fedeli alla tmm

Quando mi hanno chiesto quale sarebbe stata la prima tappa del mio viaggio elettorale nel collegio di Pisa non ho avuto dubbi: dove sono sempre stata e sempre sarò, dalla parte delle lavoratrici e dei lavoratori. Il lavoro non è solo un modo per avere un reddito e per sostenere se stessi e la propria famiglia ma è anche uno strumento per avere un ruolo dentro la società e per guardare al futuro.

Lo sa bene chi ha perso il posto, chi lo vede a rischio, chi lotta per difenderlo e chi sta faticando a trovarlo. Perché chi un lavoro non ce l’ha fa fatica anche a guardare negli occhi i propri figli, perché è come se si sentisse in colpa. Noi abbiamo il dovere, quindi, di stare al fianco di queste persone sempre e comunque, senza se e senza ma. Sarò prima di tutto a loro disposizione: è il mio impegno.

Per questo ho deciso di cominciare la mia campagna elettorale partendo da Pontedera e visitando il presidio permanente delle lavoratrici e dei lavoratori della Tmm insieme al sindaco Simone Millozzi, alla consigliera regionale Alessandra Nardini e a Marco Comparini, segretario generale della Fiom-Cgil di Pisa.

Il gruppo di lavoratrici e lavoratori che ho incontrato oggi chiede solo rispetto e lavoro. Credo che sia necessario per la politica stare al loro fianco e contribuire alla soluzione di questa vertenza che rappresenta un simbolo: non si può consentire ad un’azienda di comportarsi così. Chi investe, ha una responsabilità verso le famiglie e verso il territorio. Garantirò l’attenzione del Governo e sarò a disposizione. So di aggiungermi ad un lavoro importante delle istituzioni locali ed è fondamentale fare sistema.

Abbiamo poi fatto visita alla tomba del presidente della Repubblica Giovanni Gronchi e, insieme alla Presidente dell’associazione ‘Eunice’, abbiamo ricordato Eunice Itua, una ragazza nigeriana vittima di tratta e uccisa brutalmente da un uomo nel 2008 e diventata simbolo della lotta contro la violenza sulle donne che deve vederci tutte e tutti protagonisti.

È stata una giornata bella e intensa che si è arricchita, prima, alla mostra allestita al Palp – Palazzo Pretorio e, poi, incontrando le cittadine e i cittadini di Pontedera e di Pisa.