In piazza a Roma per “Mai più fascismi, mai più razzismi”

Oggi sarò in piazza, a Roma, alla manifestazione “Mai più fascismi, mai più razzismi”, schierata con decisione dalla parte dei valori della Costituzione.

Sarà l’occasione di godere della bellezza di un’Italia unita – sono oltre 20 le associazioni, i sindacati, i partiti, i movimenti democratici promotori dell’iniziativa, alcuni anche molto diversi tra loro per tradizioni, radici e orientamenti – che, conscia della sua storia, grida a gran voce il suo “mai più” a violenze, discriminazioni, emarginazioni. Sono ancora presenti nella nostra società, dobbiamo essere in grado di identificarle, chiamarle con il loro nome e contrastarle.

Ogni donna e ogni uomo che prenderà parte a questo grande momento di democrazia e cittadinanza attiva – e sono sicura che saremo in tante e tanti – si impegna per la concreta attuazione dei principi e dei valori della nostra Costituzione, nata 70 anni fa proprio come antidoto all’odio che ha insanguinato il secolo scorso. Una Carta che professa uguaglianza, rispetto dei diritti, libertà, giustizia, partecipazione attiva, pari opportunità, apertura e inclusione.

Siamo chiamati a essere responsabili gli uni nei confronti degli altri, a essere consapevoli di ciò che è stato per far sì che non si ripeta. A conoscere i valori fondativi della nostra Repubblica, a dare loro espressione nelle nostre vite di tutti i giorni. Ad agire con protagonismo nella nostra società.

Non abbiamo scuse. Non abbiamo giustificazioni che tengano. Se il male accade, non è perché non siamo in grado di riconoscerlo. È perché abbiamo deciso di ignorarlo, di voltarci dall’altra parte.

Sarò in piazza a Roma, allora, per dimostrare da che parte stiamo, per dire con forza che il futuro che vogliamo per l’Italia è di rispetto, non violenza, difesa e attuazione dei valori che ci rendono una comunità democratica.