Def al 2,4%: una manovra fatta pagare al popolo

Sono molto preoccupata. Lo sono per il futuro dell’Italia, dei nostri figli, dei nostri nipoti. E’ su di loro che il governo sta infatti scaricando il costo delle scelte di queste ultime ore. Il deficit al 2,4% significa aumentare il debito e il costo del debito. Tanto che questa mattina il rendimento dei buoni del tesoro a 10 anni è salito di 12 punti base con un rendimento che ha raggiunto la soglia psicologica del 3%. Che tradotto in parole semplici significa che, agli occhi degli investitori, l’Italia è già meno affidabile.

Ma bisogna essere chiari: non stiamo dicendo che fare deficit sia un tabù in assoluto. Si può decidere di contrarre un debito maggiore anche contro le raccomandazioni dell’Europa. Il tema è in cambio di cosa ci si indebita. Nel Def targato Salvini-Di Maio non ci sono investimenti sul lavoro, sullo sviluppo, sull’istruzione. Nulla per far scendere il costo del lavoro e contrastare la disoccupazione giovanile e femminile. Niente sgravi per l’innovazione digitale. In parole povere non un euro destinato alla crescita.

C’è invece l’aumento dello spread che per la stragrande maggioranza degli italiani significa tassi d’interesse più alti su mutui e prestiti. Di Maio dice di non essere preoccupato. Noi sì invece. Perché a pagare 100 miliardi di deficit in 3 anni (di questo stiamo parlando) saranno il ceto medio, i giovani, i lavoratori che in cambio non vedranno crescere opportunità di sviluppo e di lavoro.
Nemmeno la povertà sarà abolita, checché ne dica il ministro del Lavoro. Su una platea di circa 6 milioni e mezzo di poveri, 10 miliardi per il reddito di cittadinanza, corrisponderanno a poco più di 100 euro a testa. In compenso chi per anni non ha pagato le tasse verrà premiato con l’ennesimo condono.

La manovra del popolo è in realtà una manovra fatta pagare al popolo. Anche per questo domenica 30 settembre scenderemo in piazza a Roma. In difesa dei veri interessi delle persone – che sono il lavoro, la casa, il futuro dei figli – e per costruire insieme una vera alternativa.