Emergenza COVID19 – la mia newsletter 18 marzo 2020

Carissime e carissimi,

a distanza di pochi giorni vi invio una nuova newsletter interamente dedicata all’emergenza #coronavirus. Spero possa essere utile a conoscere e approfondire tutte le ultime iniziative del governo ma anche quelle che in vari campi – dalla cultura, alle imprese, alla psicologia – vengono proposte in queste ore per contribuire, ciascuno per la propria parte e responsabilità, alla battaglia contro questo nemico invisibile ma così pericoloso.

Qui il testo del decreto “Cura Italia”. Una “manovra poderosa” come l’ha definita il presidente del Consiglio Giuseppe Conte da 25 miliardi di euro e finanziamenti mobilitati per 350 miliardi. Sono contenuti:

-potenziamento del servizio sanitario nazionale e della protezione civile, con un finanziamento di oltre 3 miliardi. La protezione civile potrà requisire strutture sanitarie, anche private, per fronteggiare l’emergenza. Prevista poi la produzione di mascherine in deroga alla normativa vigente
-ammortizzatori sociali concessi a tutti i lavoratori, per 9 settimane
-sostegno alle partite Iva
-sospensione di versamenti di ritenute, contributi, premi assicurativi e Iva per le imprese colpite dall’emergenza
-bonus e indennità per i lavoratori
-sospensione per 9 mesi delle rate del mutuo sulla prima casa per chi è in difficoltà
-15 giorni di congedo parentale senza vincolo di reddito e bonus da 600 euro per baby sitter per le famiglie con bambini
-misure di sostegno per chi si prende cura di persone con disabilità
-aiuti a piccole e medie imprese per 3 miliardi di euro
-credito d’imposta del 60% per i negozianti e artigiani che pagano un affitto
-sostegno per i lavoratori dipendenti e autonomi in maggiore difficoltà.-85 milioni per piattaforme di didattica a distanza e 1000 contratti a tempo determinato di assistente tecnico per le scuole.

Qui
 il nuovo modello di autocertificazione per motivare uscite necessarie dovute a lavoro, salute o altre emergenze.

Dall’Europa

Le ultime posizioni ufficiali delle istituzioni europee sul COVID-19.

Le linee guida della Commissione Europea

Dichiarazione dell’Eurogruppo sul COVID-19 (16 marzo)
https://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2020/03/16/statement-on-covid-19-economic-policy-response/

Dichiarazione della Commissaria Vestager sugli aiuti di Stato (17 marzo)
https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/STATEMENT_20_479

Decisioni di politica monetaria della BCE (12 marzo)
https://www.ecb.europa.eu/press/pr/date/2020/html/ecb.mp200312~8d3aec3ff2.it.html

Il funzionamento della democrazia

Nel perimetro della nostra Costituzione, oggi più che mai è necessario discutere insieme, senza preclusioni né superficialità, di come il digitale può servire al funzionamento della democrazia anche nei casi di emergenza. Anche noi senatrici e senatori, deputate e deputati, possiamo sperimentare non solo il voto a distanza, ma anche la condivisione dei flussi di lavoro, di Commissione come di Aula. Mettiamo da parte ogni resistenza, lavoriamo nei limiti posti dalla Costituzione, ricerchiamo un sano e efficiente equilibrio tra funzionamento pieno della democrazia e emergenza. Ne ho parlato in questo articolo su Huffington Post.

Ma contrapporre lavoro, salute e sicurezza

Il protocollo siglato sabato scorso a Palazzo Chigi con il Governo tra imprese e sindacati è un fatto estremamente positivo. La dimostrazione che in una situazione di enorme difficoltà soggetti diversi scelgono di operare con quell’unità di intenti necessaria a gestire e superare insieme questa crisi. Il fatto che il protocollo in questione riguardi la salute e la sicurezza dei lavoratori che, in diversi ambiti, non possono interrompere il loro lavoro, è ancora più significativo. È importante prova di responsabilità, della capacità di fare ciascuno la propria parte, di sapere lavorare insieme per lo stesso obbiettivo, tenendo insieme lavoro, salute e sicurezza. Mai, infatti, bisogna mettere in contrapposizione il diritto alla sicurezza e alla salute anche sul luogo di lavoro con il fare impresa.

No a iniziative propagandistiche

Nei giorni scorsi alcuni esponenti della Lega tra cui l’eurodeputata Susanna Ceccardi, il Senatore Gian Marco Centinaio, l’assessore del Comune di Pisa Gianna Gambaccini, hanno noleggiato un autobus per recarsi a Barcellona, con l’obiettivo di recuperare circa 50 turisti italiani bloccati alle Canarie. Si tratta di un precedente molto grave ed un’azione del tutto strumentale politicamente che viola tutte le disposizioni governative. Per avere chiarimenti in merito sia alla Camera che al Senato abbiamo presentaot un’interrogazione parlamentare. Qui il testo.

I 159 anni dell’unità d’Italia

L’emergenza che stiamo vivendo in questi giorni sta cambiando le nostre abitudini, la nostra quotidianità, allontanandoci fisicamente gli uni dagli altri. Ma mai come adesso l’Italia ha bisogno di restare unita. Celebrando i 159 anni dell’unità d’Italia, il sacrificio di donne e uomini che hanno combattuto per essere una sola nazione, con un unico destino, pensiamo che anche oggi migliaia di donne e uomini sono in prima fila per combattere un nemico comune. A loro va il ringraziamento più forte, a chi oggi è al lavoro ma anche ai milioni di italiane e italiani che insieme stanno affrontando con coraggio preoccupazioni e difficoltà.

Il contributo delle aziende: l’esempio di ES’GIVIEN

Mai quanto in un momento di emergenza come quello che l’Italia sta attraversando in questi giorni, ciascuno per la sua parte può e deve contribuire al bene comune. Lo stanno facendo in prima linea gli operatori sanitari, le lavoratrici e i lavoratori impegnati nella fornitura di beni e servizi essenziali, i cittadini che restano a casa per rallentare il più possibile la diffusione del contagio, le istituzioni chiamate a compiere scelte difficili e gestire situazioni complesse e assolutamente inedite. Una vera prova di consapevolezza e unità da parte del nostro Paese, dalle realtà sociali a quelle sindacali e imprenditoriali. Tra queste, pur nella difficoltà da cui sono investite, molte stanno contribuendo in vario modo dando prova, anche in questo frangente, di cosa significhi la  qualità, anche valoriale, del nostro made in Italy. Davvero importante quindi l’iniziativa di ES’GIVIEN, casa di moda emergente toscana di cui conosco da tempo l’impegno per una produzione sostenibile, circolare, innovativa ed etica, di donare, in accordo con la Usl, forniture di mascherine non sanitarie, realizzate con materiali tessili di recupero, da distribuire gratuitamente agli ingressi degli ospedali della regione (info su www.esgivien.com). Credo che questo rappresenti al meglio il significato di responsabilità sociale d’impresa, del produrre un valore aggiunto alla propria funzione, la straordinaria qualità umana e etica, oltre che manifatturiera, del nostro made in Italy.

Perché i trasformismi indeboliscono la politica

Sono convinta che la coerenza sia certamente da misurare, umanamente, in rapporto a se stessi, ma va intesa, politicamente, anche come responsabilità rispetto agli impegni presi. Ecco perché penso che i trasformismi indeboliscano la politica. Ne parlo qui in questo articolo su Huffington Post.

L’ALLARME CORONAVIRUS

In merito all’emergenza globale dichiarata giovedì sera dall’OMS, per evitare il dilagare della psicosi che certamente non serve a gestire il fenomeno del contagio da coronavirus, qui quanto dichiarato dal ministro della Salute Roberto Speranza alla Camera e qui i provvedimenti assunti dal consiglio dei ministri.

Stop fakenews

Quanto sia importante la battaglia contro le #FakeNews e per un’informazione responsabile e corretta, lo stiamo capendo in questi giorni. Grazie a David Puente ecco un’utilissima guida per riconoscere bufale e fakenews ed evitare di diffonderle!

Straordinaria iniziativa dell’Unesco che ha deciso di di dare libero accesso alla propria libreria multimediale in sette lingue per accedere a mappe, testi, foto, registrazioni e filmati di tutti i tempi. Qui il link per entrare.

Davvero bella e preziosa anche la proposta di Editori Laterza che da oggi, 18 marzo, e fino al 3 aprile, di aprire ogni giorno alle 12 il proprio canale Instagram per condivere spunti, domande, pensieri, dubbi con storici, giornalisti, economisti, scienziati. #CasaLaterza

1522 il numero contro la violenza

La lotta contro la violenza sulle donne non la ferma nemmeno il #coronavirus. In caso di bisogno chiamare il 1522.

Ascoltare le proprie emozioni

Nei momenti di difficoltà le nostre emozioni giocano una parte importante. Ascoltare se stessi e capire cosa stiamo provando, può essere molto utile per affrontare al meglio queste giornate. In questo video i consigli della SIPEM SoS Federazione – Società Italiana Psicologia dell’Emergenza.