Giorgio Amendola: un riformista contro ogni forma di estremismo e corporativismo

A 40 anni dalla scomparsa ricordare Giorgio Amendola significa ricordare la sua “scelta di vita” sempre dalla parte della democrazia, della Costituzione, delle istituzioni. Per l’ammodernamento della politica in Italia, per il rinnovamento del PCI, contro il terrorismo degli anni ’70 senza rinnegare mai le proprie responsabilità. Il suo fare politica con obiettivi immediati e per la tutela possibile dei più deboli, favorendo alleanze con chi è diverso, cercando i punti di accordo piuttosto che quelli di contrasto, resta un esempio di cultura politica e istituzionale da coltivare anche nel presente.

Il periodico “Solo Riformisti” ha dedicato ad Amendola, partigiano antifascista, padre costituente, giornalista e politico, una rassegna speciale che è possibile consultare attraverso questi link.

Perché ricordare Giorgio Amendola

La destra della sinistra

Un riformista anomalo

Amendola contro Sciascia: il senso dello Stato

Amendola, Trentin e il capitalismo italiano