La ricorrenza di oggi, Giornata Internazionale contro l’Omofobia e la Transfobia, ci ricorda che in Europa violenze e discriminazioni ancora condizionano pesantemente la libertà delle persone LGBT in tutti gli ambiti della loro vita, e questa condizione si può cambiare con scelte politiche serie, coerenti e coraggiose radicate nei principi del rispetto, della reciprocità, del contrasto del pregiudizio.
Il convegno “Diritti omosessuali, la diversità come valore”, che abbiamo organizzato in Senato per martedì 19 maggio, con l’apertura dei lavori da parte di Pietro Grasso e Laura Boldrini, sarà un’occasione per promuovere una cultura dello scambio, del rispetto e della non violenza, sarà un confronto da vivere come una scelta di apertura e di reciproco ascolto.
Sul versante della necessaria opera di informazione e sensibilizzazione contro omofobia e transfobia in occasione del convegno sarà lanciato anche il progetto del Portale nazionale LGBT, un sito istituzionale di documentazione scientifica sulle complesse tematiche dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere, a cui stanno lavorando il Dipartimento per le pari opportunità ed UNAR in collaborazione con il Comune di Torino e la Rete Ready, che a breve sarà presentato pubblicamente dall’on Giovanna Martelli, consigliera del Presidente del Consiglio in materia di pari opportunità.