Da marzo 2013 a dicembre 2016 sono stata Vice Presidente del Senato.

Come in ogni ruolo ricoperto nel corso della mia vita, ho lavorato per unire e trovare punti di condivisione finalizzati al benessere collettivo.

Il principio che mi ha sempre ispirata, e oggi continua a farlo, è l’articolo 3 della nostra Costituzione:

“Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali (…)“

Credo che in queste poche righe sia racchiusa la visione e i principi che dovrebbero guidare ogni impegno politico.

Nel ruolo di Senatrice – che ancora ho l’onore di ricoprire insieme a quello di Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – ho affrontato temi differenti tra loro, ma uniti dallo stesso filo conduttore: l’abbattimento di diseguaglianze e discriminazioni.

Sono stata, inoltre, Presidente della Rappresentanza permanente per i problemi del personale occupandomi di condurre le trattative con le organizzazioni sindacali sulla base degli indirizzi fissati dal consiglio di presidenza.

Mi sono occupata di sviluppo sostenibile che in sé raccoglie molti temi: diritti, lavoro, Made in Italy, etica della responsabilità pubblica, lotta alle discriminazioni – di sesso, di razza, di lingua, di condizioni personali e sociali – e di genitorialità condivisa.

Di seguito ho raccolto una selezione di Ddl, mozioni, decreti, Odg presentati come prima firmataria.

Qui, invece, trovate l’elenco completo sul sito del Senato della Repubblica.

  • Ddl per la promozione dell’equilibrio di genere nella rappresentanza politica alle elezioni per il Parlamento europeo. (Approvato definitivamente e diventato legge n. 65/14 del 22 aprile 2014, GU n. 95 del 24 aprile 2014.)
  • Mozione unitaria di tutti i gruppi parlamentari finalizzata a riconoscere lo stupro nei territori di conflitto come crimine di guerra e a mettere in atto provvedimenti necessari a prevenire e reprimere tale forma di violenza (Approvata)
  • Mozione contro i matrimoni forzati e precoci delle bambine e delle ragazze (Approvata)
  • Proposta di istituzione di una Commissione Parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere. (Approvata)
  • Ddl per l’introduzione di misure a sostegno della condivisione della responsabilità genitoriale.
  • Ddl per l’istituzione del marchio “Italian Quality” per il rilancio del commercio estero e la tutela dei prodotti italiani
  • Disposizioni per la valutazione dell’impatto di genere della regolamentazione e delle statistiche
  • Ddl per l’introduzione dell’educazione di genere e della prospettiva di genere nelle attività e nei materiali didattici delle scuole del sistema nazionale di istruzione e nelle università
  • Mozione contro i matrimoni forzati e precoci delle bambine e delle ragazze
  • Emendamento per l’introduzione nell’art. 55 della riforma costituzionale di un principio che stabilisce che le modalità di elezione delle Camere promuovono l’equilibrio tra donne e uomini nella rappresentanza
  • Ordine del giorno in sede di esame del disegno di legge n. 2217, recante “Disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero e dello sfruttamento del lavoro in agricoltura”
  • Disposizioni in materia di pari opportunità nelle Autorità amministrative indipendenti
  • Modifica alla legge 27 luglio 2011, n. 125, in materia di esclusione dei familiari superstiti condannati per omicidio del pensionato o dell’iscritto a un ente di previdenza dal diritto alla pensione di reversibilità o indiretta
  • Modifiche alla legge 23 marzo 1981, n. 91, per la promozione dell’equilibrio di genere nei rapporti tra società e sportivi professionisti.

Leggi la scheda completa

Senato.it