Rispetto ovviamente le decisioni del Consiglio regionale toscano, compresa la scelta niente affatto condivisibile di non nominare neppure una donna nella terna dei grandi elettori per il prossimo Presidente della Repubblica. Ma in più, ci ritroviamo anche con una gestione della vicenda Renzi  i cui contorni appaiono politicamente incomprensibili. Penso che il Pd – e la sua unità specie in un momento come questo  – ne avrebbe fatto assolutamente a meno.