Con il Decreto legge sull’istruzione votato oggi dal Cdm il governo conferma la sua vicinanza a genitori e alunni. L’istruzione è, infatti, un punto di partenza fondamentale da cui partire per il rilancio del paese.

L’importanza che il governo dà al diritto allo studio è testimoniato dal decreto approvato oggi che prevede, tra l’altro, un incremento di 100 milioni per aumentare il Fondo per le borse di studio degli studenti universitari a partire dal 2014 e per gli anni successivi.

L’attenzione data al welfare degli studenti e al collegamento lavoro-Università è poi sulla linea delle dichiarazioni rilasciate ieri dalla Ministra Carrozza su quello che è un grave vulnus del nostro paese dove troppo spesso si arriva alla laurea senza aver mai potuto incontrare esperienze di lavoro.

È, infatti, fondamentale collegare il lavoro con lo studio se vogliamo rilanciare l’occupazione per garantire un futuro a tante ragazze e ragazzi garantendo loro le giuste opportunità.