La contraffazione, in tutte modalità con cui si pratica e diffonde, è una gravissima forma di illegalità che viola la proprietà intellettuale e industriale, colpisce produttori, lavoratori e consumatori, ha effetti pesanti sul piano economico, sociale e per la salute. Per questo motivo i dati sulla contraffazione, resi noti oggi da Confcommercio, sono allarmanti. Secondo essi, infatti, il Fatturato dei prodotti contraffatti nel 2013 è di 6,5 miliardi di euro di cui 76% è relativo ad abbigliamento, accessori, prodotti audiovisivi, alimentari e bevande. E’ necessario intensificare ed estendere il contrasto alla contraffazione sia a livello nazionale che europeo. Attraverso, ad esempio, un’azione coordinata delle dogane europee e concludendo rapidamente la definizione obbligatoria d’origine sia dei prodotti importati che esportati ovvero l’articolo 7 per la regolamentazione dei prodotti “made in” già approvato dalla Commissione mercato del Parlamento europeo e che deve passare al vaglio de lla sessione Plenaria e poi dal Consiglio europeo .