Ieri a Prato è andato a fuoco un capannone di una fabbrica di vestiti gestita da cinesi. Sono morti 7 lavoratori, 2 donne e 5 uomini, tutti di origine cinese.

Una tragedia che mi ha molto colpito, poiché riguarda luoghi e temi cui sono vicina da sempre, che ho a lungo frequentato e la cui immagine da ieri mi accompagna con infinita tristezza.

Al tessile e a distretti come quello di Prato ho dedicato il mio impegno, fino all’ottobre del 2009, come segretaria della Filtea (i tessili della Cgil), partecipando al grande lavoro, condiviso con tutte le parti sociali, per affrontare il rilancio e le difficoltà del settore e agire sulla competitività, sulla sicurezza, sulle regole e la legalità.

La tragedia di ieri dimostra quanto siamo rimasti indietro e quanto ci sia ancora da fare.

Una tragedia che svela le condizioni di vita di operai – come quelli che purtroppo hanno perso la vita – che vivono negli stessi luoghi di lavoro, in capannoni senza alcuna sicurezza, senza igiene, senza diritti e rispetto della dignità umana (qui il dossier de l’Unità che racconta le imprese invisibili).

Una tragedia che non dobbiamo dimenticare – come troppo spesso e troppo velocemente accade per le morti bianche – e che dobbiamo evitare che si ripeta.

Esprimo tutto il mio dolore ai lavoratori di quest’azienda (e di tante altre) costretti, per necessità, a vivere e lavorare nell’illegalità, e le mie condoglianze alle famiglie di chi non c’è più.

In un’intervista sul Corriere della Sera ho provato a fare il punto su quello che non è stato fatto, a partire da quelle azioni per la sicurezza che erano state messe in campo ma sono state tralasciate negli ultimi anni.

È necessario intervenire subito monitorando le situazioni di illegalità, di sfruttamento e agendo sull’assenza di controlli:  i cittadini cinesi che vivono in Italia spesso si ritrovano in condizioni lavorative e di vita che ricordano la schiavitù, con negazione dei loro diritti fondamentali.

È ora di dire basta. È necessario muoversi subito contro lavoro nero e sfruttamento chiudendo immediatamente queste aziende per tutelare i lavoratori e le loro famiglie.

Bisogna agire con una modalità e una tempistica degne di un paese civile e democratico, assumendosi come politica e istituzioni la responsabilità che è richiesta a chi deve reagire con efficacia per ritrovare, per tutte le persone che vivono e lavorano in Italia, diritti e dignità dell’esistenza.

 

in Senato

Decadenza Berlusconi. L’Aula ha esaminato la “Relazione della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari sull’elezione contestata nella Regione Molise” (Doc. III, n. 1) e sono stati respinti i nove ordini del giorno presentati, in difformità dalle conclusioni della Giunta. Di conseguenza è stata accolta ed è immediatamente esecutiva la proposta della Giunta delle elezioni ovvero “la mancata convalida dell’elezione del senatore Silvio Berlusconi”. Ecco l’intervento in aula del Capogruppo del Partito Democratico Luigi Zanda.

Legge di stabilità e Bilancio. Con 171 voti favorevoli, 135 contrari e nessuna astensione il Senato ha approvato l’emendamento 1.900, interamente sostitutivo del disegno di legge di Stabilità (ddl n. 1120), sul quale il Governo aveva posto la questione di fiducia. È stata anche approvata la Nota di variazioni presentata dal Governo e infine, con 162 sì e 115 no, il disegno di legge di bilancio (ddl n. 1121). La manovra passa ora alla Camera per la seconda lettura. Questo il mio commento.

 

dalla camera

È stata approvata la proposta di legge Velo ed altri recante legge quadro in materia di interporti e di piattaforme logistiche territoriali, che ora arriva al Senato.

 

ho firmato 

Una mozione (n.1-00182) che impegna il Governo ad individuare strumenti idonei per sostenere, attraverso il concorso dello Stato, delle Regioni e degli enti territoriali, il “Programma Italia 2019” come opportunità per la valorizzazione della progettualità espressa dalle città candidate a capitale europea della cultura e come occasione per sostenere la ripresa economica, sociale e culturale del Paese.

 

temi della settimana 

GOVERNO. Il Consiglio dei Ministri di questa settimana ha approvato un decreto legge che ha come oggetto l’abolizione della seconda rata dell’IMU, l’alienazione di immobili pubblici e la Banca d’Italia.

SCENARIO POLITICO.  Nonostante l’uscita di Forza Italia dalla maggioranza di Governo il Senato ha accordato la fiducia, posta sul maxiemendamento interamente sostitutivo della legge di Stabilità. Dopo l’uscita dalla maggioranza della rinata Forza Italia di Silvio Berlusconi il governo è più coeso di prima e userà questa maggiore forza per fare le riforme e proseguire il suo cammino fino al 2015, come ha dichiarato in conferenza stampa il Presidente del Consiglio Letta.

25 NOVEMBRE. Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza nei confronti delle donne. Ecco un resoconto della mia giornata e delle iniziative a cui ho preso parte ed un messaggio video che ho registrato per l’occasione

MADE IN ITALY. Ho presentato, in Senato, il disegno di Legge di Istituzione del marchio «Italian Quality» per il rilancio del commercio estero e la tutela dei prodotti italiani – Rilanciare la nostra qualità nel mondo. È stato un dibattito interessante e costruttivo, e ringrazio tutti coloro che sono intervenuti.

CONGRESSO PD. Siamo nell’ultima settimana di campagna per le primarie dell’8 dicembre. Invito tutti ad andare a votare e convincere amici e conoscenti a fare lo stesso. Le primarie sono un grandissimo strumendo di democrazia e partecipazione ed è importante essere in tanti a votare. Per farsi ancora un’idea sui candidati qui trovate il video del confronto andato in onda su Sky venerdì scorso.

 

in Toscana

Mercoledi 27 presso l’Accademia dei Georgofili il Presidente Enrico Rossi ha firmato il protocollo tra Regione Toscana e Padiglione Italia Expo 2015. La firma è avvenuta durante il Convegno “La Toscana verso Expo 2015” al quale hanno partecipato esponenti delle istituzioni e delle associazioni di categoria. È molto importante la volontà espressa da tutti di fare squadra ed impegnarsi perché la Toscana sia protagonista di Expo e possa sfruttare questo evento per valorizzare al meglio le sue bellezze e le sue realtà imprenditoriali.

Siamo ormai vicini alla conferenza programmatica del Pd Toscana, che si svolgerà il 13 e 14 dicembre. È possibile inviare idee e vostri contributi a info@pdtoscana.it.

 

in evidenza – rassegna 

Giovedì 28 il Senato ha approvato una mozione che impegna il Governo affinché i diritti dei bambini, delle bambine e degli adolescenti vengano messi al centro dell’agenda politica . Ecco il mio commento.

 

la prossima settimana

In settimana si vota la mozione n. 113, Nencini, sul rapporto di affiliazione tra partiti italiani e partiti europei, poi si eleggono 4 componenti effettivi e 4 supplenti della Commissione di vigilanza sulla Cassa depositi e prestiti.

Arriva in aula inoltre il Decreto-legge n. 114, di proroga missioni internazionali.

Questo il calendario dei lavori del Senato.