• News

La firma del Patto per lo sviluppo, la legalità e la trasparenza delle opere pubbliche di Roma Capitale, cui ho presenziato questa mattina in Campidoglio, rappresenta un passo importante. L’accordo, siglato dall’assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana, Paolo Masini, i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, Acer, Cna, Federlazio, Legacoop e Confesercenti, alla presenza del sindaco Ignazio Marino, vuole infatti essere un impegno a far diventare le opere pubbliche una “casa di vetro”  per cittadini e operatori. Un’immagine che sottolinea l’importanza di trasparenza e legalità, intesa soprattutto come lotta alla corruzione. Questo è l’inizio di un percorso che mira anche a garantire tempestività all’attuazione delle opere e ad assicurare tempi certi per i pagamenti. Prima che una scelta etica, un programma politico di governo della città.