• News

 I dati emersi oggi dalla presentazione del 47esimo rapporto Censis sono a dir poco allarmanti perché segnalano un vertiginoso aumento di cittadini che “fuggono” all’estero. Il Censis segnala infatti un incremento del 28,2% dell’ultimo anno rispetto al 2011! La crisi ha impegnato cittadini e famiglie nel difficile compito della sopravvivenza con il risultato che molti cercano migliori condizioni di vita all’estero a causa dell’ampliamento delle diseguaglianze sociali. Una situazione che ha portato, tra l’altro, il 56% degli italiani a un totale disinteresse per la politica.

Un secondo dato rilevante è quello che indica le donne come nuovo ceto borghese produttivoAlla fine del secondo trimestre del 2013, le imprese con titolare donna erano 1.429.880, il 23,6% del totale. L’incremento più significativo nell’ultimo anno si registra per le società di capitali: 9.027 unità in più. Mentre la partecipazione delle donne come libere professioniste al mercato del lavoro ha registrato un incremento del 3,7% tra il 2007 e il 2012. Bisogna liberare e valorizzare il capitale femminile poiché le donne, con le loro energie e intelligenze capaci di produrre qualità, etica, uguaglianza, costituiscono una risorsa fondamentale per il rilancio e il cambiamento del paese.