Il linguaggio utilizzato in questi giorni nei confronti della Presidente della Camera, oltre che verso diverse deputate, è inaccettabile! Esso non ha nulla a che vedere con un dibattito politico, seppur aspro, piuttosto si tratta di linguaggio infarcito di violenza sessista!. Mi riferisco in particolare a un articolo di Andrea Scanzi apparso oggi sul Fatto Quotidiano dove il giornalista, riferendosi alla Presidente Boldrini, usa queste parole ‘ la gentil signora pare aver imparato unicamente il veterofemminismo caricaturale’. Mi chiedo se Scanzi, come ieri De Rosa, si rivolgerebbe in questo modo anche a un politico uomo. E la risposta è no, perché questo genere di linguaggio nasce da una cultura machista, da una mancanza di rispetto nei confronti delle donne che impedisce un reale confronto politico. Una cultura purtroppo profondamente radicata nel sentire di tanti uomini.