Sono molto preoccupata per la  notizia dell’accantonamento degli emendamenti sulla parità di genere! Questa riforma elettorale potrebbe essere l’occasione di un cambiamento storico, occasione che andrà persa in nome non si sa bene di quali accordi con forze politiche della maggioranza o di opposizione.

Non si capisce altrimenti perché gli emendamenti siano stati accantonati. Il cambiamento e l’innovazione del paese passano per la democrazia paritaria: una legge elettorale che rispetta donne e uomini e’ ciò che serve all’Italia!

Faccio appello a tutto il Governo, un governo composto paritariamente da donne e uomini, e a tutto il Parlamento perché ci si possa ritrovare tutti uomini e donne insieme per chiedere un’equa rappresentanza di genere e  tornare, così, a valorizzare i principi di uguaglianza e pari opportunità che sono espressi con forza nella nostra Costituzione. 

La legge elettorale è una priorità per restituire credibilità al sistema e ricreare un rapporto di fiducia tra istituzioni e Paese reale.