Le nomine del governo per i vertici delle aziende pubbliche, resi noti ieri sera, sono all’insegna del rinnovamento e della valorizzazione delle competenze. In particolare un segno di grande cambiamento è la scelta di nominare tre donne alla presidenza delle maggiori società partecipate dal Ministero dell’Economia: Patrizia Grieco, Luisa Todini ed Emma Marcegaglia. Una scelta non obbligata e innovativa, un valore aggiunto  decisivo per il rilancio del Paese. Ancora una volta il governo Renzi ha scelto di puntare sulla competenza di uomini e donne, sono certa che dalla piena collaborazione tra energie e competenze differenti e complementariarriverà un contributo fondamentale alla costruzione del nostro futuro.