La forza e la competitività del made in Italy si fondano sulla qualità: la capacità unica di unire qualità produttiva e qualità della vita. Ecco perché il made in Italy può restare forte e accrescere la sua capacità di stare nei mercati globali solo se punta su quei fattori che permettono di conservare e accrescere la qualità italiana: ricerca, innovazione, sostenibilità ambientale ed etica, design.

In questo senso la scelta di Paolo Zegna, in collaborazione con Poste italiane, di aprire in autunno un canale di vendita online dei prodotti made in Italy – Storytalia – rivolto alle piccole e medie imprese che non si possono permettere di aprire un negozio monomarca nelle grandi capitali, va nella direzione proprio dell’innovazione, puntando sulle nuove opportunità – commerciali e di diffusione di un modello produttivo e di paese – che offre il web.

Una sfida ultimamente raccolta anche da Google che ha lanciato il suo ‘Cultural institute’ il quale raccoglie le esperienze di alcuni imprenditori in un percorso per sviluppare le competenze digitali.

Si moltiplica così la possibilità per i consumatori di tutto il mondo di accedere ai nostri prodotti e si rafforza l’identità stessa delle produzioni italiane di qualità. 

Storytalia aiuta a vendere ed insieme a raccontare e promuovere la nostra forza produttiva e le nostre eccellenze.