Presentata oggi la Carta di Milano.

Questo documento rappresenta un atto politico fondamentale che promuove l’impegno di tutte le istituzioni, le imprese e la società civile a costruire nuove e irrinunciabili prospettive di sviluppo e di contrasto alle diseguaglianze, e trovo importante il richiamo alla responsabilità di tutti nel saper agire con scelte e decisioni coerenti per un futuro sostenibile e giusto.

Con la Carta di Milano il nostro Paese si rende protagonista di un impegno globale per l’accesso al cibo sano e sicuro come diritto umano fondamentale, e dovremo tutti essere all’altezza di questa grande responsabilità nei confronti delle future generazioni, garantendo a donne e uomini di tutto il pianeta un equo accesso al cibo, alle risorse naturali e al loro uso sostenibile.

Grazie alla Carta di Milano l’evento di Expo 2015 si caratterizza come grande occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli Obiettivi per uno Sviluppo Sostenibile promossi dalle Nazioni Unite, ma soprattutto per esercitare concretamente, ciascuno con i propri ruoli e funzioni, la promozione di un eguale accesso alle risorse naturali, al credito, alla formazione, alle tecnologie e all’energia, in particolare per le donne e i gruppi sociali più svantaggiati.