Credo molto nel confronto con le persone, nella politica non urlata che parla con le cittadine e i cittadini. Oggi abbiamo molti modi per farlo: nelle piazze, nei circoli, per strada; ma anche utilizzando il web che ci permette di abbattere le distanze.

Per questo non ho mai smesso – e non smetto – di confrontarmi in tutti i luoghi di dialogo. In questi mesi giro il Paese per raccontare alle italiane e agli italiani perché l’Italia ha bisogno della Riforma Costituzionale che voteremo il 4 dicembre. Fino ad oggi sono stata a decine di appuntamenti e a tanti altri parteciperò nelle prossime settimane. Allo stesso tempo utilizzo gli strumenti che il web ci mette a disposizione: sito, social network e newsletter.

Qui ho deciso di condividere con voi alcune delle motivazioni che mi spingono a sostenere convintamente il sì alla Riforma Costituzionale con cui abbiamo l’occasione di riformare la istituzioni dello Stato, per metterle più in grado di rispondere con dinamismo alle questioni della contemporaneità, alle dinamiche dell’economia globale, alle nuove sfide che ha davanti la democrazia, costruendo un sistema più efficiente, inclusivo, autorevole e trasparente.

Cambiare questa seconda parte della Carta per attuare meglio i principi e i valori che sono scolpiti, per sempre, nella prima.

Ecco il senso di questo referendum.

cartolina-referendum_1
Clicca sull’immagine per approfondire
cartolina-referendum_2
Clicca sull’immagine per approfondire
cartolina-referendum_3
Clicca sull’immagine per approfondire
cartolina-referendum_4
Clicca sull’immagine per approfondire
efficienza
Clicca sull’immagine per approfondire
Clicca sull'immagine per approfondire
Clicca sull’immagine per approfondire