Siamo tutte e tutti responsabili e tutte e tutti dobbiamo fare la nostra parte: lo Stato, le Regioni, i Comuni. Per mettere le nostre studentesse e i nostri studenti in condizione di svolgere regolarmente l’attività didattica e di formarsi in maniera equa e libera.

 Qui la mia lettera al Diretto de Il Mattino.