L’Italia sta facendo investimenti molto importanti in materia di edilizia scolastica. Stiamo investendo sulla sicurezza degli edifici, ma anche sulla creazione di ambienti di apprendimento innovativi, perché gli elementi architettonici influiscono sullo stare bene a scuola.

Ne abbiamo parlato oggi, nella seconda giornata di lavori del seminario internazionale “Space for learning: bridging innovation and safety in school buildings, organizzato a Roma dal Ministero, in collaborazione con l’Ocse.

La nuova governance integrata, con un Osservatorio Nazionale per l’edilizia scolastica dove si riuniscono tutti i soggetti interessati, e i nuovi strumenti per il finanziamento – il Fondo unico per l’edilizia scolastica, l’anagrafe dell’edilizia scolastica – hanno permesso di fare passi avanti importanti. Molto c’è ancora da fare, ma abbiamo imboccato la strada giusta.

[Qui il comunicato sul sito del Miur]