Secondo il QS World University Rankings, una delle più note classifiche internazionali, quattro università italiane sono tra le prime 200 al mondo: Il Politecnico di Milano, l’Università di Bologna, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e la Scuola Normale Superiore. L’Italia deve essere orgogliosa per questo risultato.

Il nostro è un sistema accademico con molte eccellenze e realtà storiche prestigiose, è una risorsa fondamentale, un volano di crescita per il Paese.

Per questo dobbiamo valorizzarlo e sostenerlo, proseguendo il percorso avviato con l’ultima Legge di Bilancio che ha incrementato il Fondo di finanziamento ordinario degli atenei, riportandolo a 7 miliardi; ha aumentato le risorse per il diritto allo studio e stanziato fondi per i migliori dipartimenti che potranno essere utilizzati per l’assunzione di docenti, ricercatrici e ricercatori.

Il rafforzamento del sistema accademico è un rafforzamento del sistema-Paese. Oggi ci complimentiamo con gli atenei inseriti nel ranking, ma lavoriamo per l’eccellenza complessiva delle nostre università.

[Qui il comunicato sul sito del Miur]