L’astensione del Partito Democratico sul “Codice Rosso” non è frutto di una scelta ideologica o di parte. Su temi come quello della violenza di genere non possono e non dovrebbero esistere differenze di parte. Purtroppo ciò cui invece abbiamo assistito e subito da parte del governo e della maggioranza è stato esattamente un atteggiamento ideologico

Le immagini della lunga marcia in Bosnia per ricordare le vittime di Srebrenica hanno aperto oggi l’iniziativa promossa in Senato da Pier Ferdinando Casini insieme all’associazione “Bosnia nel cuore” per ricordare, nel 24esimo anniversario dei fatti, il peggior massacro in Europa dalla seconda guerra mondiale. Il tragitto, lungo 100 chilometri, è lo stesso percorso da

ORDINE DEL GIORNO   Il Senato della Repubblica,   a seguito delle comunicazioni, rese al Parlamento nella giornata del 31 maggio 2019, dal Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale e dal Ministro della difesa nell’ambito dei documenti XXV, n. 2 e XXVI, n. 2 sulla partecipazione dell’Italia alle missioni internazionali per il 2019;

Nel M5S c’è chi in questi giorni sta festeggiando lo smantellamento della legge 107. E oggi in un’intervista a “La Verità” anche il ministro Bussetti rivendica risultati che però sono facilmente confutabili. Come la presunta stabilizzazione dei precari che nella realtà non c’è e nuove assunzioni che di fatto sono solo la conseguenza di un

E’ un grande piacere per me essere oggi a Scala, nel Duomo di San Lorenzo, per festeggiare insieme a Padre Enzo Fortunato il suo 25esimo anniversario di Sacerdozio. Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi e del mensile “San Francesco Patrono d’Italia”, Padre Enzo dedica ogni giorno un impegno totale nel diffondere un

previous arrow
next arrow
Slider
Carta famiglia: fermare deriva razzista e discriminatoria
CODICE ROSSO: PERCHE’ CI SIAMO ASTENUTI
La strage di Srebrenica 24 anni dopo
Libia: l’odg del gruppo Pd al Senato
Smantellare la Buona Scuola significa compromettere il futuro dell’Italia
Padre Enzo Fortunato: 25 anni di impegno per la pace e il dialogo
previous arrow
next arrow
Slider

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Privacy Policy Cookie Policy
Social Media Policy